La Lombardia fa ricorso contro la “zona rossa”, entro il weekend la risposta

MILANO – Lombardia in “zona rossa” da domenica scorsa, ma il Pirellone questa volta non ci sta. Tant’è che il governatore Attilio Fontana ha fatto ricorso, allegando un documento di ben 23 pagine, che è stato spedito al TAR del Lazio. La decisione imposta, secondo il Presidente della Regione Lombardia, non è “proporzionata alla effettiva situazione sanitaria ed epidemiologica del territorio lombardo”. A Roma è fissata per domani, giovedì 21, l’udienza che potrà confermare o ribaltare la situazione. La nostra regione, che comprende anche il territorio del nostro Oltrepò Pavese, punta a essere riconosciuta almeno come “zona arancione”. La decisione del Tribunale Amministrativo è attesa per il fine settimana. Intanto a livello nazionale calano leggermente gli attualmente positivi (-2,24%), i ricoveri in terapia intensiva (-1,05%), gli isolamenti domiciliari (-2,3%) ma non i decessi (+524 rispetto a ieri). Stazionari i nuovi casi (+0,57%), bene i dimessi/guariti (+25mila).

Rispondi